Non solo gluten free

Benvenuti nel mio blog! Ho il piacere di condividere con voi tutte le mie ricette nella speranza che, tra le centinaia preparate, ne troviate una che vi dia la voglia di ritornare da me. Vi accoglierò con una bella tazza di caffé e una fetta di Cassata siciliana.
Troverete ricette di ogni tipo, dall'antipasto al dolce e quasi tutte saranno adatte anche agli intolleranti al glutine.




venerdì 24 ottobre 2014

Brioche senza glutine con lievito madre


Ingredienti:

440 g Preparato senza glutine per dolci lievitati Molino Dallagiovanna
60 g farina di tapioca senza glutine
200 g lievito madre senza glutine
70 g zucchero semolato
200 ml panna fresca
3 uova
210 g latte
1 pizzico di sale





Tempo di preparazione: 30'
Teglia apribile Guardini Linea Keramìa

In origine voleva essere la Brioche Butchy....in origine.
La cosa di cui mi sono accorta è questa: quando panifico con il lievito madre, benché ci sia una lievitazione davvero notevole di cui non mi posso lamentare, la forma che do ai panificati o alle brioche non viene mantenuta; mi spiego meglio...questa brioche è stata fatta allineando tante palline di impasto che hanno mantenuto la forma un pò bombata fino alla cottura, in cottura si sono appiattite e unificate (e lì partono i miei improperi! che le faccio a fare le palline se poi la forma non viene mantenuta? tanto vale non farle e amen!). Mi succede con tutto o quasi ciò che contiene lievito madre, ma se panifico con lievito di birra le cose cambiano.
Vi metterò la foto di una brioche davvero notevole che ho fatto questa estate e presa da Assunta per farvi capire cosa intendo: l'ho fatta con lievito di birra, non l'ho pubblicata perché devo aggiustare il tiro dell'alveolatura insoddisfacente, benché il sapore e la sofficità siano pressoché perfetti!
Eccola:

A voi panificatori, seriali e non, succede? Sapete perché succede? aspetto il vostro feedback con grande ansia.
La Brioche Butchy non è venuta carina come dovrebbe, ma devo dire che per sofficità, micro alveolatura, sapore e colore ci siamo alla grande. 
Ecco perché la condivido con voi, la prossima avrà l'aspetto che dovrebbe avere e vi racconterò, quando la farò, cosa ho modificato.
Unico neo è il fatto che è poco zuccherata, davvero troppo poco, quindi o aumentiamo lo zucchero per renderla più dolce, oppure la lasciamo così com'è e la farciamo sia di condimenti dolci che salati perché si presta ad entrambe le soluzioni.

Questa brioche è per il 100% GFFD, taaaaaantissime le ricette che arrivano! 
Ma lo sapete che una volta a settimana  una delle ricette pervenute viene selezionata da Ornella (CuocOna a Milano) e proposta nelle sue giornate dell'aperitivo gluten free? Eh già! Gli ospiti del locale di Ornella, il martedì e il mercoledì, si delizieranno con le vostre fantastiche ricette! Leggete questo articolo per capirne di più.


E questa brioche è anche per la raccolta Panissimo,  la raccolta di Sandra e Barbara, che questo mese è ospitata da Maria Teresa.

Buon fine settimana e a presto.

Preparazione:

- Sciogliere il lievito madre rinfrescato da poco nel latte e aggiungere lo zucchero.
- Versare la farina ed iniziare ad impastare con l'accessorio foglia.
- Aggiungere un uovo per volta.
- Una volta incorporata la farina, versare la panna e infine il sale.
- Lasciare impastare molto bene per una decina di minuti.
- Coprire l'impasto e lasciare che raddoppi di volume.
- Adagiare l'impasto lievitato su un piano molto ben infarinato e dividerlo in bocconcini di pari peso (circa 70 g/80 g).
- Lavorare i bocconcini in modo da ricavarne delle palline lisce e disporle in uno stampo tondo.
- Lasciare che raddoppino di volume.
- Pennellare la superficie con un tuorlo e un poco di latte e cuocere  a 180° per 20'.



Continua a leggere...

mercoledì 22 ottobre 2014

Pappardelle con zucca e zucchine


Ingredienti per 4 persone:

400 g pappardelle (per me senza glutine Piaceri Mediterranei)
200 g zucca
200 g zucchina genovese
1 cipolla
100 g salsiccia
olio  d'oliva
1 peperoncino piccante
vino bianco
brodo vegetale






Tempo di preparazione: 20 min.

Un buon piatto di pasta genuino e colorato non lo si nega a nessuno.
La zucca e i peperoncini provengono dall'orto mia mamma e dire che fino a pochi anni fa la zucca la detestavo!
Meno male che non ho preconcetti sul cibo, altrimenti non avrei mai scoperto tante buone ricette con zucca, ortaggio di cui detesto ancora l'odore ma di cui ormai apprezzo il sapore.
Poche mosse per un piatto molto buono.
Se non avete le pappardelle vanno bene anche gli spaghetti.
Buon mercoledì e a presto.

Preparazione:

- Rosolare in padella la cipolla tritata.
- Aggiungere la zucca pelata e tagliata a cubetti piccoli.
- Una volta rosolata, aggiungere la zucchina a cubetti piccoli e il peperoncino privato dei semi.
- Insaporire con l'insaporitore (contiene già il sale), aggiungere la salsiccia a piccoli dadini, lasciare rosolare e poi sfumare con del vino bianco.
- Allungare la preparazione con un poco di brodo vegetale, coprire e lasciare cuocere una decina di minuti.
- Cuocere la pasta, scolarla a mantecarla con il condimento.
- Servire subito.



Continua a leggere...

lunedì 20 ottobre 2014

Waffel dolci con crema e frutta (senza glutine né zucchero)


piatto dessert Easy Life Design


Ingredienti per 3 waffels:

per l'impasto dei waffels:
2 uova medie
45 g zucchero (per me 20 g stevia Truvia)
70 g farina (per me Preparato per dolci senza glutine Molino Dallagiovanna)
40 g burro
vanillina (omessa)
1 pizzico sale
20 g latte (mia aggiunta)

per la crema pasticcera di Luca Montersino:
37 g tuorli
37 g zucchero (per 20 g stevia Truvia)
5 g fecola di patate senza glutine
5 g maizena senza glutine
150 g latte
zeste grattugiate di un limone biologico 

per la decorazione:
kiwi
loti





Tempo di preparazione: 20 min.


Buon dolce lunedì!
Terzo lunedì di fila in cui preparo dolci senza zucchero! 
Qui fa ancora caldo e finché durerà questa temperatura estiva non sono molto propensa a preparare torte, quindi le mie proposte vertono più su dolci al cucchiaio e dessert, ma prometto che prestissimo tornerò a cimentarmi con le torte, ne ho già da parte qualcuna che mi alletta tanto.
Dessert davvero ottimo, la crema pasticcera può essere aromatizzata a piacere e anche la quantità di stevia dipende da quanta dolcezza volete percepire.
Stesso discorso per la frutta, scegliete quella che preferite, l'importante è che la tagliate e mettete sulla crema proprio prima di servire così che non avvizzisca.
La base del waffel l'ho presa qui, è buona e un pò diversa dalla solita mancando il lievito per dolci.
Dolcetto da leccarsi i baffi mentre i sensi di colpa passano le vacanze altrove.
Buona settimana, a presto.

Preparazione:

Per la crema pasticcera:
- Lavorare i tuorli con la stevia, unire gli amidi e mescolare bene.
- Aggiungere la scorza di un limone biologico grattugiata, diluire con il latte e lasciare addensare sul fuoco, mescolando di continuo con una paletta.
- Travasare la crema in una ciotola, coprire con pellicola e lasciare raffreddare.

Per i waffels:
- Montare a neve gli albumi con un pizzico di sale.
- Lavorare i tuorli con la stevia, versare il burro fuso e freddo e aggiungere la farina e incorporare pian piano gli albumi a neve.
- Stemperare con il latte e cuocere i waffel nell'apposita macchinetta.

- Servire i waffels decorandoli al momento con la crema e con la frutta fresca.

Continua a leggere...

venerdì 17 ottobre 2014

Polpettine di cavolfiore, pancetta e formaggio ‪#‎WDF2014‬, ‪#‎GMA2014‬, ‪#‎GFFD‬

Vassoio Easy Life Design


Ingredienti:

cavolfiore
pancetta senza glutine
pepe
prezzemolo
formaggio a cubetti (io caciocavallo)
pangrattato senza glutine
uova per l'impanatura
farina di mais senza glutine (quella per polenta)
olio per friggere





Tempo di preparazione: 20 min.


Buon venerdì e  buon #GFFD!
Giovedì 16 ottobre la FAO, l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura, ha organizzato la Giornata Mondiale dell'Alimentazione allo scopo di valorizzare, promuovere e dare risalto alle risorse e all'agricoltura legate al territorio di appartenenza. 
Prodotti a chilometro zero, legati alla stagionalità saranno i protagonisti delle nostre pietanze sempre, ma specialmente dal 16 a 19 ottobre. 

Sulla nostra pagina Facebook ma anche su Instagram, noi della redazione di Gluten Free Travel & Living ospiteremo tutte le vostre ricette non solo senza glutine ma anche a chilometro zero, specie in occasione del Gluten Free (Fri)Day
Condivitetele con noi usando i seguenti hashtag " ‪#‎WDF2014‬‪#‎GMA2014‬‪#‎GFFD"
La mia ricetta è a metri zero! 
Il cavolfiore del giardino vicino casa la fa da padrone, arricchito da pancetta, prezzemolo, caciocavallo (che è sempre presente sulla mia tavola, il migliore è il ragusano) nel mio caso fritte in olio d'oliva che più di famiglia non si può... un inno alla sicilianità, alla buona tavola e all'agricoltura locale! 
Che c'entrano le bandierine svizzere allora? No, niente! avevo quelle......
Niente quantità, ho fatto ad occhio e vi consiglio di fare ad occhio e seguire il vostro palato.
L'importante è la consistenza finale che dia modo di formare delle piccole palline che non si appiattiscano in cottura e quindi regolate voi la quantità di pangrattato da inserire. 


Buon appetito e buon fine settimana.

Preparazione:

- Cuocere il cavolfiore tagliato a cimette piccole al vapore.
- Una volta freddo, schiacciarlo con la forchetta.
- Aggiungere prezzemolo tritato, pepe, dell'insaporitore (è a base di verdure e contiene già il sale, sta benissimo anche nella cottura delle verdure in genere con o senza sugo), pancetta tritata al coltello, caciocavallo a cubetti piccolissimi e del pangrattato che assorba l'umidità.
- Con le mani umide formare delle polpette grandi quanto una noce.
- Passarle nell'uovo battuto e poi nella farina di mais.
- Friggere in olio caldo finché non diventano ben croccanti e dorate.

Continua a leggere...

mercoledì 15 ottobre 2014

Pancarré senza glutine con lievito madre





Ingredienti:

200 g lievito madre
320 g acqua
220 g miscela senza glutine per pane  Schaer Mix B
180 g preparato per pane e pizza senza glutine Molino Dallagiovanna
1 cucchiaino sale
2 cucchiai olio d'oliva





Tempo di preparazione: 15 min.


Non avevo intenzione di postare questo pancarré, l'ho già fatto diversi anni fa e sempre con lievito madre. 
Ma avendo rifatto il lievito madre con sola farina di riso, avendo cambiato le farine (e sapete come per noi celiaci cambino tanto i risultati al variare delle miscele) e avendo ottenuto un pane esplosivo (sia come sapore che come aspetto) ho voluto condividerlo.
Io quando panifico uso davvero ciò che ho sottomano, il pane viene sempre buono, a volte si sente un pò di retrogusto, a volte lievita di meno, a volte la crosta non è ben colorita come piace a me e stavolta ha superato le aspettative. 
Ho riempito uno stampo da plumcake fino a metà altezza (quindi 3,5 cm) e il pane cotto era alto 10 cm dopo sole 4,30 h di lievitazione; è molto profumato, talmente soffice che schiacciandolo ritorna su come un elastico (e vi ho scattato la foto a testimonianza), sono troppo soddisfatta!
Buona giornata a tutti e a presto.

Con questo pane partecipo alla raccolta di Panissimo ideata da Barbara e Sandra dei blog“Bread & companatico” e “Sono io, Sandra”, questo mese ospitato da  Maria Teresa del blog “De Gustibus Itinera” 


Preparazione:

- Versare nella ciotola dell'impastatrice l'acqua, sciogliere al suo interno il lievito madre, aggiungere il miele e le farine.
- Impastare con l'accessorio foglia per almeno 10'.
- Aggiungere l'olio e il sale e impastare ancora altri 5'.
- Versare l'impasto in uno stampo da plumcake, coprire e lasciare raddoppiare di volume.
- Scaldare il forno a 250°, oliare la superficie del pane e cuocere per 15', abbassare il forno a 200° e cuocere ancora 25'.

Continua a leggere...