Non solo gluten free

Benvenuti nel mio blog! Ho il piacere di condividere con voi tutte le mie ricette nella speranza che, tra le centinaia preparate. ne troviate una che vi dia la voglia di ritornare da me. Vi accoglierò con una bella tazza di caffè e una fetta di Cassata siciliana, anche senza glutine.
Troverete ricette di ogni tipo, dall'antipasto al dolce e quasi tutte saranno adatte anche agli intolleranti al glutine.




domenica 25 ottobre 2009

Arancine siciliane anche senza glutine

Queste sono le famose arancine siciliane. Nel palermitano le chiamano arancine, nella Sicilia orientale li chiamano arancini. Tutti le conoscono ma forse non tutti sanno come farle. Non sono difficili, ma certo vedere come si fanno, invece di limitarsi ad immaginarlo, aiuta notevolmente. Col tempo si acquisisce la giusta manualità e quindi il lavoro è molto più veloce.



Ingredienti per circa 11 arancine:
500 gr. riso, 300 gr. circa di ragù, 100 gr. mozzarella, formaggio grattugg
iato, salsa di pomodoro, farina,pangrattato, olio di semi per friggere.

Tempo di preparazione 1 ora.

Preparazione:

Il tempo di preparazione si riferisce alla mera lavorazione e frittura, quindi il riso deve essere già cotto, condito e freddato. Se vanno fatte per cena, nel dopo pranzo si può già iniziare con la cottura del riso. La scelta del riso agevola il lavoro. Io avevo in casa il riso "Roma", per risotti, e tutto sommato va bene. Fare cuocere il riso in abbondante acqua salata per il tempo di cottuta indicato sulla confezione (di solito 12/14 min.), scolare bene e rimettere in pentola sul fuoco aggiungendo quel poco di salsa di pomodoro che basta a renderlo rosato ( vedere foto), insaporire con una bella manciata di formaggio grattuggiato (60/70 gr.) e mescolare molto bene. Riporre in un piatto o insalatiera capiente per farlo raffreddare. Un paio d'ore dopo possiamo riprendere la lavorazione. Nell'articolo della pasta a forno avevo accennato al fatto che il ragù che avanzava poteva essere congelato per successivi utilizzi: ecco questo è un goloso successivo utilizzo! Chiaramente la sera prima bisogna ricordare di uscire il contenitore col ragù avanzato dal congelatore e di riporlo in frigo, nella speranza che non scongeli del tutto. Mia suocera nel corso degli anni mi ha sempre suggerito di usare il ragù semi congelato perchè mi avrebbe notevolmente agevolata nella preparazione, ma, manco a farlo apposta, o per incuria o per dimentincanza lo facevo scongelare e perdevo sempre quella mezz'ora in più a chiudere le arancine in modo che non fuoriuscisse il liquido. Ebbene questa volta me lo sono ricordata e devo dire che rimpiango le volte che ho trascurato questo che può sembrare un banale dettaglio. Ok, allora...riprendiamo il lavoro. Prendiamo delle cucchiaiate di riso, riponiamolo nell'incavo della mano, appiattendolo e rendendolo il più sottile possibile (evitando che si buchi), riponiamo sopra il riso un paio di cucchiaini di ragù e dei pezzetti di mozzarella (vedere foto) e ricoprire con un altro pò di riso (non troppo, se no viene una mappazza tremenda e per trovare il ragù ci vuole un radar!) Chiudere compattando bene e dando una forma regolare, ci vorrà un pò la prima volta e non verranno perfette, ma è il gusto che conta di più.... Se approfittate delle mani di un uomo per questa operazione non avrete arancine ma palle da bowling! Andate riponendo le arancine già pronte su di un piatto ampio. Una volta che le avete finite tutte, prendete un piatto fondo, versatevi 3/4 cucchiai circa di farina (per i celiaci la Shaer pane e pasta va bene) e versate un poco di acqua per farne una pastella non troppo liquida, deve avere la consistenza di una besciamella. Sporcatevi le mani con la pastella e cospargetela sull'arancina in modo uniforme. Questo le "cementifica" e vi evita di passare le arancine nell'uovo battuto. Impiastricciate (evitate gli eccessi) tutte le arancine con la pastella (vedi foto sotto) continuando a compattarle e poi passatele nel pane grattuggiato, togliendo l'esubero. (per i celiaci consiglio, se lo trovate, il pangrattato della Nutri Free che ritengo di gran lunga il migliore, sfido chiunque a capire che è senza glutine!). Quando tutto il lavoro è fatto, mettete una capiente pentola a bordi alti sul fuoco, versate 1 litro di olio di semi (deve coprire quasi tutta l'arancina) e portatelo a temperatura. Prima di cuocere le arancine, buttate qualche mollichina di pane nell'olio per vedere se la temperatura è giusta e andate friggendo 3/4 arancine per volta. Dopo qualche minuto giratele anche dall'altro lato e cuocete per qualche minuto. La cottura è veramente veloce. Riponete le arancine su carta assorbente per togliere l'eccesso di olio, lasciate un pò intiepidire per evitare ustioni di 3° al palato e gustatele. Io le adoro anche fredde il giorno dopo.


0 commenti :

Posta un commento

Grazie per essere passati dalla mia cucina. I vostri commenti sono sempre graditi.